Il secondo fondo raccolto

PROGETTO 2008 - Consegnati all’ A.B.E.O 15mila euro per la ristrutturazione del reparto pediatrico


Si è trattato di un evento sportivo a scopo benefico svoltosi nei giorni di sabato 7 e domenica 8 Giugno 2008, presso l’impianto sportivo sito in Borgo Roma - Via Selenia - Località Sacra Famiglia e consistente in un torneo di calcio per bambini nati negli anni 1997/98.

Sono state invitate a partecipare al torneo le rappresentative di società sportive Sportive presenti sul territorio di Verona per trascorrere due giornate all’insegna del gioco e della generosità.

La finalità del torneo, infatti, è stata la raccolta di fondi da devolvere a favore dell'ABEO (Associazione Bambino Emopatico Oncologico), il cui ricavato serve all'Associazione stessa per il rifacimento del reparto di pediatria presente all’interno del Policlinico di Borgo Roma.
Programma torneo calcio Programma manifestazione Sponsor manifestazione Partners manifestazione

Disponibili i risultati finali del torneo di calcio.
6 quesiti e 6 risposte per spiegare in breve l’edizione 2008

1. Com’è nata l'idea di creare questo appuntamento e l'associazione in un piccolo rione della città, alla periferia di Verona Sud?

L'idea di istituire l'all together for children nasce esattamente nel mese di agosto del 2006. Con Gino Rosolin (Vice Presidente dell'associazione) discutevo in merito a questo progetto e raccontandomi gli dicevo: “sai Gino, mi piacerebbe fare qualcosa di importante in memoria di un mio carissimo amico”... E ancora: “sì … un qualcosa di importante che non si fermi solo al semplice divertimento ma che possa avere un fine ben specifico”. E ancora ... “Sto pensando di aiutare bambini, bimbi presenti a Verona coinvolgendo Verona stessa”. E così è nato l'all together for children "Tutti insieme per i bambini".

L'associazione ha ottenuto un riscontro positivo, al di là di ogni immaginazione... è difficile spiegare come possa aver ottenuto in così poco tempo l'interesse da parte di molta gente.

Sono ancora incredulo ma davvero molto compiaciuto. Vivo alla Sacra Famiglia ragion per cui riuscire a portare l'all together nel rione in cui sono nato e cresciuto è motivo di soddisfazione.

Ti confesso che in un futuro prossimo mi piacerebbe far diventare la Sacra Famiglia un “piccolo ma grande" quartiere e sarebbe bello che questo quartiere potesse chiudere, per un’intera settimana, le porte al mondo per ospitare al suo interno sport e cultura naturalmente per bambini e famiglie.

2. Come è stata articolata, questo anno, la manifestazione?

Questo anno siamo partiti in ritardo e precisamente a Febbraio u.s., causa motivi organizzativi.
Ciò nonostante, grazie a 4 mesi di intenso lavoro, siamo riusciti a realizzare, a mio avviso, un capolavoro per due motivi essenziali:

1. Riconfermarsi è difficile e ci vuole poco per deludere le aspettative della gente. Per fortuna il riscontro è stato positivo, anzi migliore del previsto; ne abbiamo avuto conferma dalla numerosa presenza di bambini e famiglie presenti alla Sacra Famiglia il 7/8 giugno 2008;
2. Tutte le Aziende, Ditte, Enti che hanno gentilmente offerto il proprio servizio sono stati contenti del risultato e hanno già prenotato la loro presenza per l'anno venturo. La manifestazione è stata concentrata in due giornate: Sabato 7 e Domenica 8 giugno.

Con l'idea d'inserire nuovi sport quest'anno abbiamo aggiunto la pallavolo e ulteriori due/tre sono in arrivo per l'anno prossimo.

Lo sport inserito in un contesto socio/culturale: la serata di sabato 7 giugno offerta dalla BIG BAND Ritmo Sinfonica città di Verona diretta dal maestro Marco Pasetto e A.LI.VE. (60 bambini dell'Associazione Lirica di Verona) diretti dal Maestro Faccincani. Il tutto in collaborazione con il maestro del Conservatorio di Verona Carlo Ceriani.

Il serale della domenica lo abbiamo trascorso in compagnia del Centro Studi MADATEKA.

E poi due giornate con i CLOWN DOTTORI delle associazioni VIP Verona e Rido Ridò, la ginnastica acrobatica della Fondazione Marcantonio Bentegodi, la partita dei GIALLO BLU 70 contro l'amministrazione Comunale, i Gonfiabili per i Bambini, la visita guidata alla Fattoria Didattica della Genovesa, il rinfresco del gruppo Pasticceri di Verona, la cena con la Pro Loco di Isola della Scala.

E ancora la presenza di Mariangela Bonfanti, dell'Aeronautica Militare con il Tenente Colonnello Giulio Fravolini, dell'Azienda Ospedaliera con il Direttore Amministrativo Avv. Ernesto Mancini, il sindaco di Isola della Scala Miozzi, la Banca Popolare di Verona con la Dott.ssa Rossella Simongini, GLAXOSMITHKLINE SpA con il Dott. Remo Girardini , La CROCE ROSSA ITALIANA con Cristian Pasini.

E ancora l'amministrazioni provinciale e comunale con l'Assessore alle politiche per la famiglia, l'istruzione, i servizi sociali e le pari opportunità Avv. Maria Luisa Tezza, l'assessore all'Istruzione - Edilizia scolastica - Promozione del lavoro - Politiche giovanili Alberto Benetti, l'assessore allo sport Avv. Federico Sboarina, il presidente di 5^ Circoscrizione Fabio Venturi e il presidente della commissione sport di 5^ circoscrizione Luciano Venturini.

3. Perchè avete scelto proprio ABEO quale beneficiario della raccolta di fondi?

Credo e sono fermamente convito che dare continuità ad un progetto sia la cosa migliore. Nel conoscere ABEO mi sono emozionato, e non poco, per la mole di lavoro e di aiuto che sta sviluppando per i bambini. La presidente Maria Grazia Viapiana è una persona che merita l'aiuto di tutti e quindi anche il nostro. Comunque non escludo che l'anno prossimo si possano aiutare altre associazioni presenti a Verona.

4. Com'è andata? Qual è il bilancio in termini economici, di partecipazione e, soprattutto, amicizia e solidarietà, di questa edizione?

Molto bene.

* 15.000 euro il fondo donato all'ABEO;
* 19.000 euro sono i servizi offerti quantificati;
* 80 le aziende/ditte/negozzi/banche che hanno contribuito alla raccolta del fondo tra servizi offerti e euro donati;
* 600 circa le persone coinvolte tra sport, cultura, organizzatori e gioco.

5. Quali sono le soddisfazioni più grandi che ha regalato All Together for Children ai suoi organizzatori ed a te, in particolare?

Il riscontro delle famiglie e dei bambini presenti al campo oltre naturalmente ad aver raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati: quello di riuscire anche quest'anno a consegnare un fondo consistente. In due anni siamo arrivati a 35.000 euro. Non male direi, considerando che siamo ancora giovani e alle prime armi!

6. Chi senti di dover ringraziare, in questo momento?

Sono davvero tante le persone che devo o dovrei ringraziare e non basterebbero sicuramente due righe per elencarle tutte con il rischio sicuramente di scordarmene qualcuna.

Certo è vero che lo STAFF dell' all together for children ha concretizzato un lavoro straordinario poiché si è trovato a dover accogliere un numero non quantificabile di persone cercando di farle sentire a proprio agio in ogni situazione/contesto. Un grazie sentito, quindi, a tutti i collaboratori.

Un ringraziamento di cuore al presidente della 5^ Circoscrizione del Comune di Verona, Fabio Venturi. Fin dall'inizio del suo mandato ha accolto l'all together for children a braccia aperte dimostrando competenza, capacità e soprattutto un'infinita sensibilità.

Ringrazio il presidente della commissione sport della 5^ Circoscrizione Luciano Venturini, le cui continue idee innovative hanno contribuito a migliorare/perfezionare l’edizione 2008.

Ringrazio l'amministrazione comunale al completo; in particolar modo il presidente del Consiglio Comunale, Pieralfonso Fratta Pasini, e l'assessore allo sport, Avv. Federico Sboarina, presenti in conferenza stampa e

non solo…

Infine, ma non per ordine d'importanza (“the last but not the least”!), desidero ringraziare l'assessore all'Istruzione - Edilizia scolastica - Promozione del lavoro - Politiche giovanili, Alberto Benetti, per l’entusiasmo che ha dimostrato e che è stato davvero contagioso.

Grazie di cuore a tutti e … un arrivederci all’anno prossimo!

Presidente

Riccardo Caraglio

Diventa nostro amico! >>














clicca qui per vedere i link!